banner 1

Feb 09

Piccolo Chiostro, i fondi stanziati non bastano

I fondi stanziati da Fondazione Cariplo e da Regione Lombardia non sono sufficienti
Con il progetto "Terzo Valore" di Banca Prossima sarà possibile "fare un prestito" alla parrocchia

 
Il milione di euro stanziati dalla Fondazione CARIPLO e da Regione Lombardia rappresentano solo il primo passo per avviare il recupero del piccolo chiostro.
I quasi 600 mila euro che ancora mancano all'appello potranno essere recuperati attraverso la generosità dei pavesi e con l'adesione al progetto "Terzo Valore" di Banca Prossima, che fa parte del gruppo Intesa San Paolo per i progetti no profit. Il progetto sarà ampiamente illustrato in occasione della prossima assemblea dei soci che si terrà sabato 11 febbraio alle ore 15:30 presso il salone della cappella del Sacro Cuore.
 
La formula del progetto è quella di affiancare alle tradizionali donazioni la concessione di un prestito che verrà restituito con un tasso di interesse concordato. Chi appoggia il progetto può aprire un conto corrente on line concordando con la banca i tassi di interesse; più correntisti aderiranno all'iniziativa e maggiori saranno le risorse messe a disposizione per il restauro dell'immobile che, ricordiamo, è in totale abbandono - fatta salva la parte dedicata all'archivio notarile - da oltre 15 anni.
 
"Un finanziamento che verrà erogato - chiarisce Don Franco Tassone - solo se otterremo la fidejussione di Banca Prossima che garantirà l'avvio del primo lotto. Nessuno dovrà temere per il proprio capitale, che sarà garantito dall'istituto di credito. Bisognerà solo dare fiducia al progetto di Banca Prossima, per sostenere il recupero del Piccolo Chiostro per farne la Casa della nostra comunità, per il sostegno di anziani, di giovani e di tutti coloro che sono in condizioni di disagio".
 
Il costo complessivo del progetto di restauro del Piccolo Chiostro è di 1 milione e 570 mila euro. Un milione di euro sono stati stanziati da Fondazione CARIPLO e da Regione Lombardia.
I restanti 570 mila euro rappresentano l'obiettivo da raggiungere attraverso il progetto "Terzo Valore" di Banca Prossima.
Questa operazione eviterà ulteriori indebitamenti alla parrocchia che deve già pagare, ogni anno, 30 mila euro alla Cassa Depositi e Prestiti a seguito dell'acquisto da quest'ultima del piccolo chiostro.
 

NEWSLETTER

Ultimi articoli

Foto Eventi

Foto Eventi